Destinazione Estroversi presenta Davide Uria

Nel salotto di Stella e Luen si respira aria di poesia.

Le parole sono impresse nell’aria e riempiono i polmoni di musica.

Queste due poetesse, insieme, creano una canzone…

e chi la canta…

non può fare a meno di

cantarla a squarciagola!!

STELLA: ” Buongiorno Luen!”

LUEN: ” Ma che ore sono? Non posso dormire ancora un po’ ?”

STELLA: ” Luen…oggi ospitiamo Davide Uria…”

LUEN: ” Sì…Davide…allora mi alzo volentieri…”

In poco tempo si prepara la giusta accoglienza

per un poeta dalle note alte

LUEN: ” Stella…cos’è quella?”

STELLA: “Una teiera…hai presente? Ci si mette l’acqua e…”

LUEN: “Ehy…non fare troppo la spirtosa…Dov’è la teiera della nonna?”

STELLA: “Ehm…l’ho riposta…pensavo che non ti piacesse…che ne volessi usare una nuova…”

LUEN: ” Sei pazza? Lo sai che sono una tradizionalista. Senza la teiera della nonna non è la stessa cosa!”

STELLA: “E va bene…tanto non ti si può dire di no…neanche volendo…!”

LUEN: “Brava la mia Stellina! E a proposito di Davide…lo sai che è un istrionico come noi?”

STELLA: “Certo cara che lo so! Molto bello l’evento artistico  – Minuscole – del 2012..”

LUEN: ” Sì…vero…e lui ha curato l’allestimento e la grafica..”

STELLA: ” Pronte? Perché Davide arriva a minuti!”

LUEN: ” Eccomi…tolgo i biscotti dal forno e arrivo…”

Dopo abbracci affettuosi, si accomodano tutti nell’amato salotto.

Il thè  fuma nelle tazze

e la fragranza dei biscotti fa eco tra le labbra…

LUEN: ” Davide…so che ti hanno intervistato in tanti…ma ci piacerebbe che tra noi si instaurasse un rapporto artistico speciale…Fingiamo per qualche ora di conoscerci già da lungo tempo? Non sarà difficle…ci stai?

DAVIDE: “Certo!”

STELLA: ” Quì con noi oggi c’è un bel gruppetto di persone che aspetta di sentire le tue poetiche parole. Ti va di leggerci qualcosa?

DAVIDE: “Certo..”

Livido pensiero

Se nella velata notte
dovessi udire
una disperata voce
colma di disillusione.
Verresti a salvarmi
con le tue ali dorate?

Un volo repentino
traccia nell’ immensità
della volta celeste
impercettibili traiettorie.
Percorro il tragitto, i miei sogni,
conduco la mia presenza terrena
verso la limpidezza.

Gocce di pianto
che splendono nella notte,
altro non sono che lento defluire
verso l’ epilogo.

E intanto mi chiedo
se mai i tuoi globi oculari
riusciranno a saturare questo vuoto,
a dare sostanza al silenzio.

LUEN: “Davide…bellissima…Dicci…cosa vorresti trasmettere a chi ascolta la tua poesia?”

DAVIDE: “Nell’opera d’arte non è solo l’artista che si esprime, che comunica se stesso e il suo modo peculiare di vedere le cose. C’è qualcosa che si comunica attraverso l’arte, che l’artista stesso riconosce come in qualche modo “necessitante”, e che fa dell’arte una finestra verso qualcosa di “altro” e non semplicemente un “prodotto”.

STELLA: ” Davide…io e Luen, prima, chiacchieravamo sulla tua passione per l’arte grafica…per l’immagine che un po’ ci accomuna. Parliamone anche con i nostri ospiti…ti va?”

DAVIDE: “Mi piace disegnare illustrazioni ma principalmente porto avanti questa passione come autodidatta. Non mi occupo professionalmente di illustrazione, per il momento solo in un numero ristretto di progetti “

LUEN: ” Ci racconti l’evento – Minuscole – ? So che è trascorso molto tempo…ma a me è piaciuto molto…Di cosa si è trattato? “

DAVIDE: “Sono molto legato al progetto “Minuscule” per il quale ho curato l’allestimento e la grafica. E’ un progetto espositivo nato con l’intento di creare uno spazio non solo ideale ma anche fisico di quelle che sono le nostre emozioni più recondite attraverso scatti fotografici, installazioni e video, uno spazio che servisse ai più da contenitore e luogo di incontro, dove le arti trovano un punto di contatto tra loro, comunicano, diventano protagoniste o fanno da scenario agli eventi extra che hanno reso peculiare la scansione dell’ andamento dell’ intera “manifestazione”. Aspetto non ordinario, della dimensione artistica che diventa sfaccettato e multiforme. Lo spazio si è quindi schiuso a esperienze di carattere artistico differente, a integrazioni, scambi.”

STELLA: ” Davide…cosa provi quando scrivi? So che non è facile rispondere…ma ti va di provarci?”

DAVIDE: “La poesia non ha senso pratico. Ti immergi in essa e ti estranei dal mondo. Sei fuori dal contesto logico e dal mondo…

-LUEN: “Grazie Davide…per la tua disponibilità. Ma prima di salutarci…ci puoi ricordare i prossimi tuoi appuntamenti? E progetti nel cassetto?”

DAVIDE: “Dopo l’ultimo progettino UNTITLED, ho ricominciato a scrivere e sinceramente al momento sono in fase di meditazione, quindi non ho nulla di nuovo di cui parlare.”

STELLA: “Ok..Ci ricordi dove possiamo trovare te e i tuoi lavori?

DAVIDE: ” Certo. http://www.davideuria.it”

LUEN : “Grazie Davide!”

DAVIDE: ” Grazie a voi!”

Stella e Luen sparecchiano e ripongono le tazze pulite nella credenza. Gli ospiti se ne sono andati da un po’ e in sottofondo ascoltano la loro amata Radio DeejayFox. Poi  i loro sguardi si incontrano e sorridono della solita sintonia…della bellissima complicità…Lasciano stare le stoviglie e ognuna  “corre” nella sua stanza…Dopo qualche secondo tornano al tavolo della cucina…e hanno tra le mani carta e penna… per creare…perché la poesia lasciata nell’aria si trasformi in parole che suscitino una grande emozione!!

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...