Rossana Lozio

rossanaRossana ed io ci siamo viste per pochi minuti ad una finale di un concorso  pochissime parole in quella occasione e qualche sguardo di intesa. Io ero alle prime esperienze con il blog, quindi la timidezza aveva regnato sovrana. Lei una donna elegante, un sorriso che mi ha rapita. Uno sguardo sincero il suo.
Mentre leggo la sua intervista mi sembra di averla accanto a me, di prendere un caffè con lei…    mi sembra di conoscerla da tantissimo tempo, ma credo che una donna come lei si faccia scoprire pian piano, con le sue parole, con le sue storie, con le sue emozioni.
Io vi lascio in sua compagnia….  Rossana Lozio  per voi…
Rossana, prima di tutto benvenuta tra le pagine di Destinazione Libri, grazie davvero, ci conosciamo da un po’ e finalmente sei qui.. iniziamo con la domanda più complicata forse… parlaci di te
Lieta e orgogliosa di essere qui, grazie per l’ospitalità! In effetti, non avete idea di quanto sia complicato, per me… parlare di me! Sono diventata Roxie, parecchi anni fa, in qualche modo “battezzata” da Alberto Fortis (con cui ho collaborato per un lungo periodo) e se dovessi descrivere Roxie, direi che è una persona perbene, di quelle che sono poco di moda, oggi come oggi. Una persona profondamente pulita, che crede nei sentimenti e che si augura che siano sempre sinceri, anche nelle persone che incontra. Una persona che adora scrivere, passeggiare, occuparsi del suo cane Foxy, ormai molto anziano e ascoltare buona musica, soprattutto dal vivo. Una persona dall’anima complessa ma ribadisco, pulita.
Di cosa parlano i tuoi libri?Dei sentimenti in cui credo, di amore e di amicizia, di storie contemporanee, cercando di mantenere un certo realismo e quindi, senza cedere al desiderio di un classico lieto fine privo di difficoltà.

Quanti ne hai scritti? Scritti, ho perso il conto… pubblicati, nove.

Da dove nasce l’idea di scrivere un libro così? L’idea di scrivere nasce da uno spunto improvviso. da qualcosa che vedi o che senti, da un’ispirazione che, per me, deve essere forte. Se parliamo di “Interno 16”, l’idea è stata da subito quella di fare un dono a Pino Mango, cantautore dalla voce magica che con la sua poesia in musica fa sempre da sottofondo ai miei momenti di scrittura. Un modo di rendergli omaggio e di sdebitarmi, per come potevo, per quanto inconsapevolmente ha fatto e continua a fare per me.

E book o libro cartaceo? Entrambi, oggi, è importante che esistano tutte e due le versioni.

Il tuo libro preferito? “Io, uccido” di Giorgio Faletti.

Cosa pensi dell’editoria di oggi? Difficile, rispondere a questa domanda… secondo me, troppi editori improvvisati e molti scrittori. Pochi, ahimè, i lettori.

Qual è la fase più difficile nella stesura di un libro? Per quanto mi riguarda, una volta che è arrivata la forte ispirazione di cui parlavo prima, non ci sono difficoltà che non riesca ad affrontare. Semmai mi affeziono troppo ai personaggi e poi, diventa complicato dover concludere la storia e doverli salutare definitivamente. E’ come assistere alla partenza di un amico e immaginare di non rivederlo mai più.

Il tuo editor chi è? Non ho un editor personale, cambia, a seconda della Casa Editrice con cui mi capita di pubblicare.

I tuoi libri: dove possiamo trovarli?  Tutti online, negli stores più conosciuti e gli ultimi, ordinandoli, nelle librerie di tutta Italia.

Che  lettrice sei tu? Purtroppo, discontinua, ultimamente, ho avuto problemi di salute che mi hanno costretto a fare una scelta e ho scelto di continuare a scrivere e di leggere meno. Ma quando riesco, leggo di tutto e cerco di apprendere da colo che ammiro.

Libro scritto, parti riviste, poi la penna mette l’ultimo punto, che sensazione provi?Come ho anticipato prima, una tristezza infinita… non vorrei mai metterlo, quel punto definitivo. Separarmi dai miei personaggi, è una sofferenza!

Scrivi con la tastiera o carta e penna? Con la tastiera e a volte, se l’ispirazione o un’idea mi arriva mentre sono fuori, con carta e penna.

I tuoi prossimi impegni? Promuovere “Interno 16”, partecipare alla premiazione per un’antologia in cui sarà pubblicato un mio racconto, in quel di Milano e continuare a scrivere, mettendomi sempre alla prova e cercando di migliorare. Gestisco, inoltre, la FanPage Facebook di Teo Teocoli e mi occupo di una rubrica per la rivista online “NewEspressioneLibri”, nella quale intervisto musicisti e faccio incontri veramente speciali!

Il tuo rapporto con i social ? Ottimo, da sempre. Ho trovato anime belle con cui sono quotidianamente in contatto e mi confronto spesso con i miei lettori più affezionati, tramite Facebook.

Hai partecipato a qualche concorso? se si a quali? Ho cominciato tardi, a partecipare ai concorsi, ci ho sempre creduto poco. Ma quando mi sono buttata, mi è capitato di vincere e di pubblicare il romanzo “Una favola per Asia”, così, acquistando maggiore fiducia, ho continuato e ho deciso di provare con i racconti brevi, mettendomi alla prova, non ho mai avuto il dono della sintesi. Qualche racconto è stato selezionato per delle antologie, l’ultimo dei quali, sarà pubblicato da Historica Edizioni e mi vedrà ospite della premiazione che si svolgerà nella città di Milano, città che amo in modo particolare, il prossimo 13 dicembre.

rossana 2Rossana   intervistata  da Destinazione Libri…perchè questa scelta? Perché è un Blog gestito da persone serie e professionali… nonché simpatiche, dettaglio che può fare la differenza, soprattutto in certi ambienti!

La domanda che non ti abbiamo fatto e che ti aspettavi? falla e rispondi pure “Come stai?”. Sto scherzando… opterei per un apparentemente banale “Scrivi d’amore… sei innamorata?” e la risposta. sarebbe stata: “Sono sempre innamorata!”.

Cosa ti piacerebbe rimanga al lettore di questo libro? La voglia di ascoltare musica… quella di Pino Mango, a cui il romanzo è dedicato e che rivisita molto del suo repertorio.

Hai mai pensato di scrivere per piacere agli altri? No, anche se mi farebbe piacere.

Stai già pensando al prossimo libro? Sì, certo. Dato che continuo a scrivere, ne ho già pronti diversi. Speriamo di pubblicarli presto!

“io sono sempre innamorata” ….e con le sue parole vi lascio, perchè non c’è modo migliore per chiudere questa intervista.

Ricordiamo che anche Lei è una delle autrici che parteciperanno ad  ” un autore sotto l’albero”

Alla prossima intervista…

Alessandra

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: