Il caso Aldrovandi di Alessandro Chiarelli

il caso aldrovandiAlessandro Chiarelli, lo conosciamo bene noi, autore di “Che io Bruci”.

Da qualche mese il suo nuovo libro,

IL CASO ALDROVANDI 

sta riscuotendo un buon riscontro da parte del pubblico letterario..

Noi ne parleremo presto in queste pagine,

SINOSSI

Dopo un decennio di parole, libri, slogan e scontri, c’è ancora bisogno di parlare di Federico Aldrovandi, morto durante un intervento sbagliato di polizia? La risposta è sì. Più che mai. In questo saggio-inchiesta un funzionario della questura, che ha vissuto e studiato quei giorni, analizza con rigore e imparzialità i fattori concomitanti nel dramma: il gap tecnologico-addestrativo della Polizia di Stato italiana, l’abuso delle droghe nei giovani e l’illusione di controllarle, l’inerzia dei vertici ministeriali. Mentre altre morti avvenute in circostanze analoghe si sommavano negli anni, nessuno ha saputo dare risposte all’altezza della situazione. Cosa abbiamo imparato dal caso Aldrovandi? L’inaccettabile fine di questo ragazzo può essere l’inizio di un cambiamento, o rimarrà solo un’occasione perduta per tutti?

Dove trovarlo?

http://www.ibs.it/code/9788898147304/chiarelli-alessandro/il-caso-aldrovandi.html?gclid=Cj0KEQjw2v2sBRCazKGu3tSFz64BEiQAKIE1hraBjY4av1gaTkr-ij_Eg6cKxTJUndvJwAiIuHba-QYaAjIQ8P8HAQ

http://www.amazon.it/s/ref=nb_sb_noss?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&url=search-alias%3Daps&field-keywords=il+caso+aldrovaldi

Buona lettura

Alessandra

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: