Trame Festival- concorso “VIVA LA LIBERTA'”

trame jpgSe fossi un autore… ci proverei!

COMUNICATO STAMPA

GIUNTO ALLA 6° EDIZIONE, “TRAME FESTIVAL” 

INDICE UN BANDO RIVOLTO AI GIOVANI ARTISTI:

OPEN TRAME.6 CONTEMPORARY ART

L’OPERA VINCITRICE SARÀ SIMBOLO E GUIDA DI “TRAME 6” E SARÁ COLLOCATA IN UNO DEI LUOGHI DEL FESTIVAL

VIVA LA LIBERTÁ” – È IL TITOLO SCELTO PER LA 6° EDIZIONE DI TRAME FESTIVAL DEI LIBRI SULLE MAFIE 

(LAMEZIA TERME 15-19 GIUGNO 2016)

Ri-parte Trame Festival e lo fa dai simboli, dalle interpretazioni artistiche e dalle visioni dell´arte contemporanea per una lettura sociale che affida la sesta edizione dell´unico Festival dei libri sulle mafie al file rouge de la libertà. Protagonista indiscusso il libro e la lettura, punto di partenza e di approdo per i dibattiti che porteranno nelle piazze di Lamezia Terme giornalisti, scrittori, uomini  e donne di cultura per rinnovare l’appuntamento con l’impegno sociale e civile in terra di ‘ndrangheta.

Trame Festival dei libri sulle mafie, apre in battenti in anteprima e lo fa affidandosi ai linguaggi dell´arte istituendo un concorso per gli artisti under 35 che operano nell’ambito dell’arte contemporanea e della sperimentazione di nuovi linguaggi e per gli studenti delle Accademie di Belle Arti in tutto il territorio nazionale.

OPEN TRAME.6 CONTEMPORARY ART avrà come traccia di ispirazione  per gli elaborati la libertà: libertà personale, libertà dalle prepotenze, libertà dalla violenza, libertà di leggere, libertà di scrivere, ma in particolare il tema che si vuole affrontare è la libertà dalle mafie. 

L’opera vincitrice sarà simbolo e guida per il pubblico di Trame Festival e verrá collocata in uno dei luoghi all’aperto dove si svolgono gli incontri pubblici.

La domanda di partecipazione disponibile sul sito www.tramefestival.it

Le domande dovranno pervenire entro e non oltre la mezzanotte di domenica 10 aprile 2016. 

*************

IL FESTIVAL:

DAL CUORE DELLA CALABRIA ARRIVA LA VOGLIA DI DENUNCIA E DI RISVEGLIO DELLE COSCIENZE CONTRO LE MAFIE.

Trame Festival è il primo evento culturale dedicato ai libri sulle mafie. Si afferma a livello nazionale e internazionale come importante appuntamento di discussione, analisi e confronto sui temi della legalità e del diritto, in una terra complessa come la Calabria. Il Festival, promosso dalla Fondazione Trame Associazione Antiracket Lamezia, ONLUS, si connota non solo per il suo impegno nell’esaminare i testi sulle mafie, ma anche per rendere concreta l’azione culturale nella consapevolezza che con la cultura si può contribuire alla sconfitta delle mafie.

Nato nel 2011si svolge ogni anno a Giugno nella città di Lamezia Terme. Qui scrittori, giornalisti, magistrati e studiosi, si incontrano nelle piazze della città per discutere e presentare libri dedicati al fenomeno delle mafie.

Non solo un festival, Trame è una testimonianza etica di impegno, dove le storie dei protagonisti, gli approcci storici e scientifici al fenomeno, le contaminazione di generi e linguaggi, danno vita ad un evento dal forte valore culturale per la lotta alle mafie.

 

CINQUE GIORNI DI EVENTI:

Gli incontri nelle piazze sono il cardine di Trame. Nei cinque giorni di festival il programma prevede circa sessanta appuntamenti, che hanno luogo tutti i giorni dalle 18:00 alle 24:00 nelle piazze e nei palazzi storici della città. Gli appuntamenti sono tutti gratuiti.

Oltre alle numerose presentazioni di libri, il festival ospita incontri speciali con personalità di spicco, quali rappresentanti dello Stato, esponenti del mondo della cultura e della società civile. Gli incontri, aperti al confronto con il pubblico, si svolgono a più voci o sotto forma di intervista dialogata e diventano occasione per approfondire tematiche e raccontare testimonianze.

Significativi sono i contributi di molti artisti, grazie ai quali Trame si arricchisce di spettacoli teatraliconcertiproiezioni cinematografiche e mostre fotografiche.

Nella fascia oraria dalle 10:00 alle 17:00 Trame offre inoltre laboratori gratuiti dedicati ai più giovani e ai professionisti del settore. Gli appuntamenti, in forma di seminario, approfondiscono il giornalismo d’inchiesta, i linguaggi della comunicazione e i linguaggi artistici.

 

LA STORIA:

Trame – Festival dei libri sulle mafie nasce nel 2011 da un’idea dell’allora assessore alla cultura, nonché presidente onorario della FAI, Tano Grasso insieme alla direzione del giornalista de “L’Espresso” Lirio Abbate. La prima edizione del Festival suscita un interesse che va oltre le aspettative. L’anno successivo, Trame.2 è ospite al Salone del Libro di Torino con Trame di memoria. Nel 2013 la direzione artistica del Festival passa al giornalista Gaetano Savatteri il quale prosegue il lavoro e apre il festival ai linguaggi del cinema, del teatro e dell’arte. Trame.3 è presentato a Palazzo Montecitorio e riconosciuto dal Presidente della Camera Laura Boldrini. A giugno 2014 si svolge Trame.4Le mani sulla città, è il tema con cui il Festival si rivolge al suo pubblico, ispirandosi al celebre film di Francesco Rosi. L’edizione successiva è invece dedicata ai giovani, quelli che in Italia hanno combattuto e combattono costantemente contro le mafie e per la libertà. La Méhari di Giancarlo Siani è il simbolo di Trame.5, il festival de I giovani favolosi.

Con cinque edizioni alle spalle Trame si attesta in Calabria e nell’ambito della lotta alle mafie come appuntamento consolidato. Nel corso degli anni il Festival riceve prestigiosi riconoscimenti e avvia nuove e importanti collaborazioni.

 

I PROTAGONISTI:

Al Festival hanno partecipato magistrati come Pietro GrassoNicola GratteriGian Carlo Caselligiornalisti come Attilio Bolzoni (La Repubblica), Raffaella Calandra (Radio24), Carlo Bonini (La Repubblica), Marco Travaglio (Il Fatto Quotidiano), Marino Sinibaldi, (direttore Radio 3) Luisella CostamagnaSandro Ruotolo. Hanno offerto il loro contributo storici e sociologi come Nando Dalla ChiesaEnzo Ciconte e “osservatori” stranieri delle mafie italiane come Marcelle Padovani e John Dickie. Sono stati prestigiosi ospiti del Festival i Ministri Maria Carmela Lanzetta e Massimo Bray, la Presidente della commissione antimafia Rosy Bindi e personaggi della società civile come Don Luigi Ciotti. Preziosi sono stati i contributi di scrittori come Giancarlo De CataldoGianrico Carofiglio, Carmine Abate, Maurizio De Giovanni e di registi come Mimmo Calopresti, Pierfrancesco Diliberto, Roberto Andò che hanno raccontato i fenomeni mafiosi e quelli dell’emigrazione. Infine hanno animato le serate attori, e musicisti come Luigi Lo CascioSabina GuzzantiSalvatore Ficarra e Valentino PiconeBrunori SaS.

 

LO STAFF E I VOLONTARI:

È grazie alla passione e alla tenacia degli organizzatori che ogni anno Trame prende forma. Legati ad esperienze di impegno civile e di legalità, i promotori del Festival e membri della Fondazione Trame, insieme con professionisti del settore culturale, danno il via ad una struttura organizzativa che si consolida anno dopo anno.

Accanto allo staff, numerosi sono i volontari che collaborano alla realizzazione dell’evento e che con entusiasmo e passione animano Trame contribuendo al suo successo. Provenienti da tutta Italia e di età media tra i quindici e i ventotto anni, i volontari, sono aumentati considerevolmente nelle ultime edizioni. In particolare sono sempre di più i giovani della stessa città di Lamezia che chiedono di partecipare: per Trame tali richieste si traducono in un risultato fortemente significativo in termini di ricaduta culturale dell’evento e di crescita del territorio, che lascia intravedere un futuro promettente per il Festival e per la città.

 

Direttore artistico: Gaetano Savatteri 

Coordinamento progetto: Tommaso De Pace

Coordinamento contenuti: Cristina Porcelli, Silvia Saitta 

Immagine, ideazione e realizzazione grafica: Guido Scarabottolo

Fotografia: Mario Spada

Sito web: Kreativehouse s.r.l.

Coordinamento volontari: Letizia Rocca

Segreteria festival: Maria Immacolata Scimone

#TrameaScuola: Maria Teresa Morano, Federica Agosto

#10anniALA Armando Caputo, Viviana Gentile

Ufficio stampa: Mimmo Morabito, Maria Pia Tucci, Daniela Caprino, Gigi Restivo, Alessandra Renda

Bookshop: Maria Mercuri, Teresa Matera

Autisti: Nicola Di Cello, Pasqualino Romano

Servizi informativi, redazione e supporto logistico-organizzativo: Le volontarie e i volontari di Trame.5

 

FONDAZIONE TRAME: 

Presidente:

Armando Caputo

Direttore:

Tommaso De Pace

Consiglieri:

John Dickie

Maria Teresa Morano

Gioacchino Tavella

 

Ufficio Stampa Trame Festival:

Fiammetta Biancatelli|| fiammettabiancatelli@gmail.com|

facebook: Fiammetta Biancatelli|Twitter: @Fiammettabianca

Maria Pia Tucci | mariapiatucci@gmail.com| twitter @MPiaTucci

 

Per info segreteria Fondazione Trame:

segreteria@tramefestival.it – tel. 346 95 44 078

Fiammetta Biancatelli
Trame – Festival del libro sulle mafie
fiammettabiancatelli@gmail.com

www.tramefestival.it
facebook: TRAME.festival
twitter: @tramefestival

Fiammetta Biancatelli
Trame – Festival del libro sulle mafie
fiammettabiancatelli@gmail.com

www.tramefestival.it
facebook: TRAME.festival
twitter: @tramefestival

Si ringrazia Fiammetta Biancatelli

 

 

Annunci

One thought on “Trame Festival- concorso “VIVA LA LIBERTA'”

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: