Verito Anoressia: spiragli di luce di Veronika Dellantonio


Disturbi del comportamento alimentare: tutti sanno che esistono, alcuni sanno cosa sono ma pochi se ne preoccupano veramente. 

È da qui che nasce il confine tra soggettività corporea e mentale, socialità e cultura. 

Verito di Veronika Dellantonio, un libro diverso, un insieme di eventi passati, presenti e futuri, poesie, ricette di vita, frasi di canzoni e parole cancellate. Ecco cosa vedrà il lettore aprendo la prima pagina e arrivando all’ultima senza mai fermarsi. 

Veronika ci permette di entrare nel suo mondo, quel mondo caratterizzato da quella che alcuni amano chiamare “ANA”, che i medici chiamano “malattia” e che lei definisce “l’altra me”.

Ho letto questo libro tre volte e ogni volta un’emozione diversa veniva fuori da quelle brevi frasi e da quella punteggiatura che ti permette di fermarti a pensare. “Sappiamo perché stiamo bene o male, ce lo chiediamo mai davvero?” 

Un insieme di paure: la paura di rimanere soli, di perdere l’amore, di guarire e trovare li davanti a te qualcos’altro ad aspettarti ma anche la consapevolezza, la voglia e il coraggio di VIVERE affrontando “gli altri”, quelli che pensano di sapere, che danno consigli, che commentano ma che in realtà conoscono solo il nome: ANORESSIA. 

“La vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare..”
Buona lettura

Veronica 

Annunci

One thought on “Verito Anoressia: spiragli di luce di Veronika Dellantonio

Add yours

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: