Il buio oltre la siepe

il buio oltre la siepeIn una cittadina del “profondo” Sud degli Stati Uniti l’onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d’ufficio di un “negro” accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l’innocenza, ma l’uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l’episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell’infanzia che è un po’ di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

 

Un libro che non passa MAI di moda, e che novembre lo vedrà protagonista con Destinazione Libri per un gruppo di lettura.

Seguiteci per tutte le novità.

 

Buona lettura

Alessandra

Annunci

2 thoughts on “Il buio oltre la siepe

Add yours

  1. Ciao! Non ho ben capito se è un blog personale, un gruppo di lettura o cos’altro. Puoi darmi delucidazioni?
    Ps. Libro magnifico, sarebbe bello rileggerlo… anche se ne ho una vagonata in attesa di prima lettura…

    Liked by 1 persona

    1. Ciao, questo è un blog. Noi siamo una associazione culturale e ci occupiamo gratuitamente degli autori emergenti. Certo, gli do un taglio mio, non amo la distanza con il lettore, anzi, il nostro obiettivo è proprio quello di avvicinare tutti.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: