Il classico, sempre attuale.

Nuovi Autori

delitto e castigoIeri stavo parlando con una amica, anche lei lettrice accanita di quanto i grandi classici ritornino sempre al passo con i tempi. Abbiamo spaziato tantissimo, dai titoli ai temi, ma dopo un girotondo letterario siamo tornati  al mio  Dostoevskij con Delitti e castigo.

La storia di svolge principalmente a Pietroburgo,  durante un’estate molto calda e afosa. . L’epilogo invece si svolge nella prigione-fortezza di una località non espressamente nominata, sulle rive del fiume Irtyš .  L’evento principale è un duplice omicidio dettato dall’ostilità sociale, troviamo una premeditazione di una usuraia, e troviamo l’imprevisto della sorella dal carattere sempre molto tranquillo. L’autore delle uccisioni è il protagonista del romanzo, un indigente studente pietroburghese:  Rodion Romanovič Raskol’nikov.  Dostoevskij racconta la preparazione dell’omicidio ma in particolare racconta gli effetti emotivi, mentali e fisici che questo scatura.  E’ proprio questo che fa la differenza e rende questo romanzo unico nel suo genere.

Il romanzo narra la preparazione dell’omicidio, ma soprattutto gli effetti emotivi, mentali e fisici che ne seguono.  Troviamo anche  Sonja, una ragazza pura, l’autore la definisce proprio così, con una grande fede ma che si prostituisce per mantenere parte della sua famiglia, un epilogo positivo si snocciolerà nelle pagine a seguire del libro.

Ogni personaggio, ogni storia che l’autore inserisce nelle pagine fanno mettere il lettore davanti ad uno specchio, e ci catapulta  da un periodo  del 1800 ai giorni nostri, una introspezione al nostro mondo, quello di oggi.

Io l’ho letto tanto tempo fa, e sebbene non sia favorevole a rileggere i libri due volte, questo è una eccezione e lo metterò sulla mensola “dei libri da leggere”.

Buona lettura

Alessandra

 

Annunci

L’eros imprescindibile

Nuovi Autori

Ve lo avevo detto che Gennaio sarebbe iniziato con delle nuove iniziative, eccone una: scrittura creativa antigone

2017, tempo scaduto

Nuovi Autori

fine anno

A me che finisca questo 2017 un po’ mi dispiace. Io ci sono stata bene in questo anno, sotto ogni punto di vista.  La parte lavorativa è stata quella predominante,  quest’anno è stata la svolta, è stato l’anno che per la prima volta mi sono sentita chiamare editore. Che effetto che ha fatto, e che effetto fa ancora. Mi hanno chiamata editora, mi si è accapponata la pelle, per carità non ostentiamo le parole al femminile per una finta parità dei sessi. Non è certo su questo che bisogna lavorare.

Il 2017 è stato l’anno che in apparenza ha visto in arresto, o comunque in forte frenata la nostra Associazione, il nostro blog, ma vi assicuro che non è così, perché finalmente abbiamo le basi per poter lavorare bene fin dai primi giorni del nuovo anno. Ho trovato le persone giuste,  torneremo a proporre i nostri progetti nelle scuole, ci saranno nuove iniziative per gli autori, e cercheremo di consolidare alcuni servizi.  Stiamo pensando ad un nuovo look per destinazione,  sia per il logo, sia per il sito. Non ci mancheranno le cose da fare, e non ci mancheranno i vostri libri.

Il 2017 è stato l’anno che mi ha dato delle certezze, delle soddisfazioni, autori che seguivo e che seguo con il blog hanno scelto di pubblicare con me, e credetemi, è stato uno dei regali più belli.

Ho conosciuto tante tante persone, alcune le ho studiate e le studio ancora, metto una sorta di distanza cautelativa, di altre mi sono fidata, ci ho sbattuto il naso e mi sono ammaccata un po’; ho conosciuto persone che sono entrate nella mia vita e si sono fatte strada così, con la loro semplicità, parlando la mia stessa lingua. Con alcune non ho alzato nessun muro, con altre ho e sto alzando muri alti con  fondamenta rinforzate.

A  me questo 2017 è piaciuto un sacco, e non so come sarà il nuovo anno, è ovvio che speriamo tante e solo cose belle,  però mi impegnerò tutti i giorni perchè sia un anno bello da ricordare.

 

I buoni propositi per il nuovo anno?

  • comprare un libro al mese (anche due)
  • diventare un bravo editore
  • essere un punto di riferimento per gli autori
  • fare sport… e prometto che lo faccio, a costo di postare le foto mentre faccio attività fisica!
  • leggere leggere leggere, non solo emergenti.
  • scrivere almeno una volta a settimana sul blog.
  • fare in modo che Destinazione lasci la riva, è ora che prenda il largo… la bussola e il salvagente ce li ha, deve solo trovare un po’ di coraggio
  • terminare il mio romanzo (sono anni che dico la stessa cosa… 😉

Per la prima volta non vi lascio con nessun libro, ma vi chiedo io di consigliarmi qualche cosa. Magari delle nuove uscite, magari un un libro che avete trovato sotto l’albero.

 

Buona lettura, buon anno, e GRAZIE! Perché è bello sapere che qualcuno legge quello che scrivo.

Alessandra

 

Babbo Natale, facciamolo rifocillare

Nuovi Autori

santa claus at home relaxing reading a book near christmasLo ammetto, se penso a Babbo Natale che mentre dormo si intrufola in casa me lo immagino così, sul divano mentre legge qualche pagina di un buon libro.

Certo, sul tavolino, oltre ad una buona merenda per rifocillarsi gli lascerei accanto: Canto di Natale di Dickens, ma potrebbe sfogliare un sacco di altri volumi, dagli argomenti più diversi.

 

canto di Natale

Sta volgendo al termine anche questo giorno, che per tutti, anche per chi meno ci credo è sempre un po’ magico, è famiglia, è stare insieme. Non sto qui a scrivervi le solite frasi fatte e mielose, non c’è bisogno, vi dico però che ci saranno delle novità importanti per il nostro blog. Ogni giorno sto lavorano anche per un piccolo mattoncino.

 

 

il nuovo zanichelliAd ogni modo, oltre ai tantissimi nuovi titoli avrei voluto trovare sotto l’albero il Nuovo Zingarelli, il vocabolario della lingua italiana. Io sono ancora di quelle che davanti a dubbi esistenziali consulta la carta, e questo per me sarebbe un grande strumento di lavoro. Ci sono un sacco di parole nuove che sono entrate nel corretto uso, non vedo l’ora di metterle in pratica.

Auguri auguri auguri, e se potete regalate ogni tanto un libro, e regalatevi il piacere della lettura.

 

Alessandra

Ad ogni costo, di Emiliano Reali

Nuovi Autori

 

Cover Ad ogni costoLa sinossi

Bambi è l’incarnazione di tante cose: il coraggio, la volontà di cambiare e di trasformarsi per migliorare. In questo caso il cambiamento coincide con il ritrovamento di sé e della propria essenza, ed è proprio per questo che Bambi diventa il simbolo dell’Amore con la A maiuscola. Ma non quello delle principesse, perché per Bambi non inizia e non finisce nessuna favola, anzi: lei non aspetta altro che immergersi nella realtà a testa alta, portandosi dietro e addosso tutti i segni della battaglia, di una guerra che ha vinto senza giungere a compromessi.

Non è forse quella per se stessi la più alta forma d’Amore, quella da cui possono sgorgare tutte le altre sfaccettature possibili del sentimento più nobile e che Emiliano Reali indaga, analizza, illumina fino ad arrivare al midollo della coscienza umana?

 

Emiliano Reali parla direttamente al cuore del lettore, lo scuote, ne turba le emozioni e i pensieri, eppure la sua scrittura non è mai invasiva, anzi, è un tocco delicato e puro, un’arma contundente ma allo stesso tempo soffice.

– Giulia Ciarapica –

 

La nostra recensione

Nessuna smentita su quello che è lo stile di questo autore, nessun dubbio sulla capacità di empatica che Emiliano Reali riesce ad avere anche in questo suo libro, “AD OGNI COSTO”. Volume questo che chiude la trilogia di Bambi.

Un libro che racconta di una favola, ma non la favola che intendiamo noi, quelle pompose, e quasi impossibili, ma racconta la favola della vita vera, dove i protagonisti vogliono vivere in pieno. Le 97 pagine sono scorrevoli, si snocciolano le vicende di questi personaggi che abbiamo imparato a conoscere e si uniscono quelli nuovi, in un puzzle perfetto. Non mancano le parti ironiche, ma il realismo perfetto e quella nota di romanticismo incolla il lettore alle pagine.

I personaggi, come pure gli ambienti sono sviluppati bene, non eccedono in dettagli e la storia non si trascina, ma prende corpo riga dopo riga.

L’autore descrive quella che è la realtà, con uno sguardo all’insù, a quella vena romantica e dolce che fa parte di ciascuno di noi.

L’ultimo capitolo si è chiuso, con un finale tutto da leggere.

Io ve lo consiglio,  lo sapete, sono sempre molto scettica sulle trilogie, ma non in questo caso.

 

Sabato 2 Dicembre alle ore 18 presentazione di “Ad Ogni Costo” presso People Bistrot (via Alessandria 19, Roma, info 331 8582524). interverranno l’autore e il pittore Andrea Puca.

Scheda Ad ogni costo

Buona lettura

Alessandra

stop alla violenza, antonella tafanelli

Nuovi Autori

Ferma! Stai ferma così! Apri le mani verso di me. Poggia i tuoi palmi ai miei e restiamo così . Guardami!!! Non solo negli occhi…Guarda dentro ora che sono così vicino!
Mi vedi? Mi senti? Non avere paura io sono te e tu sei me. Tu sei sorella e io fratello. Tu madre e io padre. Tu figlia e io figlio. Tu amica e io amico. Tu compagna e io compagno.
Tu puoi creare altri me … io nessuna come te.
Non tremare! Non piangere!! Non urlare! ! Intreccia le tue dita con le mie fino a chiudere due mani in una sola. Poi tiriamoci uno verso l’altro per inciampare nell’abbraccio che non ferisce, ma che tutto comprende. Regalami quei sorrisi che hai ucciso. Dissetami con le tue lacrime. Baciami per soffocare le tue urla.
Io ti accolgo dentro di me come tu hai fatto sempre da madre e da amante.
Ora respirami come io respiro te,perché siamo uguali e necessari.
L’amore nacque solo dopo di noi!
di Antonella Tafanelli
25 novembre 2017
STOP VIOLENZA IN GENERE

Massoterapia, l’arte del massaggio

Nuovi Autori

massoterapia corretta defStavo cercando un libro che spiegasse la massoterapia, la tecnica dei massaggi.  Certo, farei prima a chiederlo alla mia collega, lei si occupa di questo, ma in realtà vorrei capirne di più perché vorrei parlarne con lei. Ho iniziato la mia ricerca ed ho aperto diverse pagine,  una mi ha colpito, per diversi motivi: il primo perché ha molti titoli che riguardano questo argomento e solo guardandoli  ho le idee più chiare,  secondo per  cosa dice all’inizio:

Difficilmente troverete una persona a cui non fa piacere ricevere un massaggio. Oltre ad essere molto piacevoli, i massaggi rilassano la muscolatura, migliorano la circolazione sanguigna e linfatica creando una sensazione di benessere avvertita sia nel corpo che nella mente. La massoterapia (pratica del massaggio) è composta da diverse tecniche: agopuntura, digitopressione, jin shin do, shantala, ayurveda, reiki, rolfing, shatsu, tuina, terapia craniosacrale, ecc. di cui puoi trovare un ampia selezione di libri cliccando in una delle sezioni che trovi alla tua sinistra. Buona lettura!
http://www.macrolibrarsi.it/libri/__massaggio-intuitivo-libro.php

Quel “difficilmente troverete una persona a cui non fa piacere ricevere un massaggio” l’avete trovata, io non li amo molto, e quelle poche volte che li ho dovuti fare per le mie posture storte che assumo con il collo, i primi minuti non ero proprio rilassata… ma! Sono riuscita a ricredermi ed è diventato un bell’appuntamento.  Riesce a mettere a proprio  agio chiunque, le sue manine sono preziose. Ho scoperto che ci sono  massaggi  di tutti i tipi, per ogni cosa.   In vista dei prossimi giorni frenetici  che verranno, alla ricerca di  qualche c

cosa da donare agli altri… io questo ve lo consiglio. Regalare un massaggio vuol dire prendersi cura della persona a cui stiamo pensando, è qualche cosa di estremamente personale.

Per avere tutte le info potete contattarci qui, e comunque nella locandina ci sono tutti i riferimenti. 😉

Intanto ho addocchiato questo libro, mi sa che lo leggerò presto.

 

Sinossi

massaggio-intuitivo-145717-1[1]Che cos’è il Massaggio Intuitivo e quali sono i benefici che apporta al nostro corpo e alla nostra mente?

Il Massaggio intuitivo si pone l’obiettivo di risvegliare un modo di massaggiare più artistico e meno razionale, più globale e meno settoriale, più umano e meno meccanico.

Empatia, Ascolto, Fiducia, Gioia Interiore, Gratitudine… nel Massaggio Intuitivo vengono prima della tecnica.

L’operatore impara ad ascoltare e rispettare il proprio intuito e a utilizzare le quattro manovre fondamentali per il riequilibrio psico-fisico del ricevente.

 

 

Chissà cosa ne pensa Rose… ve lo dirò.

Buona lettura e buon massaggio

Alessandra

Colibrì

Nuovi Autori

foto 1 puntataEra tempo che avevo questa cosa nel cassetto, era qualche mese che ci stavo lavorando, ma lo sapete bene voi, finché non sono sicura di qualcosa non dico nulla.

Da oggi si ritorna in radio, con un programma tutto nuovo, ma sempre parlando di libri, di tutto quello che riguarda questo mondo che a noi piace tanto.

 

 

COLIBRI’ LA RUBRICA PER GLI AUTORI CHE VOGLIONO PRENDERE IL VOLO.

Ci saranno le interviste agli autori, ci saranno ospiti che ci racconteranno tutto quello si fa per pubblicare un libro, e daremo anche la parola ai lettori, preziosissimi.

Con chi sarò in questa divertentissima avventura? Con Mara di Noia, che ringrazio tanto.  Già conosciutissima per le sue molteplici attività.

Ascoltateci il mercoledì, quindi oggi dalle 18.00 alle 19.00. Sintonizzatevi sul 96.4 fm   o seguiteci da: http://www.kristallradio.it.

Se sei un autore e vuoi far conoscere il tuo libro, scrivici. destinazionelibri@virgilio.it

 

Alessandra

Un battito negli abissi

Nuovi Autori

un battito negli abissi

LA SINOSSI

Protagoniste assolute di questo libro sono la speranza e la voglia di ricominciare. Margherita subisce violenze fisiche e psicologiche, un amore malato, a causa del quale si annulla completamente. Grazie alla sua forza, alla vicinanza dei suoi amici e della sua famiglia, comincia a riemergere dagli abissi, ma ci sono ferite profonde, difficili da rimarginare. Nella sua vita entrerà però una persona, che cercherà di scavalcare quei muri che Margherita ha edificato. Dovrà scontrarsi con i fantasmi del suo passato, con le sue paure, e con la sua voglia di indipendenza.

LA NOSTRA RECENSIONE

Quando si parla di libri sulla violenza sulle donne si pensa sempre al solito punto di vista, alla donna che oltre che vittima viene anche ridicolizzata, messa in un angolo e compatendola da tutti gli altri.

Questo libro è diverso, l’autrice, Antonella Tafanelli inizia la storia di Margherita quando le violenze sono finite, quando finalmente trova la forza ed il coraggio di denunciare.

Non è solo la forza di denunciare che emerge da questo libro, ma una ancora più importante, la forza di ricominciare a vivere, di guardarsi in torno e ricominciare a credere nell’amore. Non attacca il genere maschile, non coccola  la donna, si prende cura di entrambi i ruoli.

Buona lettura

Alessandra

 

E’ sera

Nuovi Autori

Finalmente tutto tace, nessun rumore, nessuna voce, nessun trillo, nessuna musichetta, solo i tasti del pc, che sono io pigiare, sono io a decidere il ritmo. Qualche pensiero sta sera in testa, un po’ di lavoro arretrato, tanto per cambiare! Ho finito di rispondere a delle conversazioni in chat, tra copertine, sinossi e nuovi progetti, non manca nulla. Stavo per chiudere ma ho avuto voglia di aprire il blog, volevo guardare i numeri, poi ho cliccato scrivi, ed eccomi qui.

Finalmente è sera,  ho bisogno dei miei momenti di silenzio, di estraniarmi da tutto il resto, di fluttuare tra i miei pensieri.  Non so mai dove mi portano, si incatenano spesso, l’uno all’altra.  Sulla libreria, nella mensola “libri recenti” ne prendo uno, già cominicasto da qualche giorno. Un’amica me lo ha prestato,  me lo ha portato un giorno in studio, senza dirmi altro, mi ha detto solo: leggilo.  Lo sto facendo, e devo dire che è un bel viaggio dentro di me.

La sinossile persone sensibili

La predisposizione innata a percepire gli stimoli in modo più differenziato e intenso rispetto alla media è spesso un vantaggio, ma di frequente è vissuto con disagio.

Anche perché non sempre questo dono viene apprezzato dagli altri e, nonostante l’ipersensibile tenda a rinunciare a se stesso adeguandosi alle esigenze degli altri, non mancano i rimproveri: “Devi sempre essere così emotivo?”

Molti, così, soffrono per questo loro aspetto caratteriale:
sono più vulnerabili, più soggetti allo stress e spesso insicuri.

L’autore affronta qui questo problema, ancora ampiamente ignorato e poco trattato, aiutando gli ipersensibili a capire il motivo del loro “sentirsi diversi”.

Invita e guida i lettori verso l’adozione di un nuovo atteggiamento che permetta loro di contenere gli effetti più negativi dell’ipersensibilità, insegna a smettere di acconsentire a richieste eccessive o di risentire dei troppi stimoli esterni, imparando a porre confini più netti tra sé e il mondo.
Permette di valorizzare la capacità di empatia, senza esserne sopraffatti.

Gli spunti di riflessione, i numerosi suggerimenti sono utili a chi vuole imparare a gestire da solo e in modo costruttivo la propria sensibilità, sia nella vita privata sia professionale, e a proteggersi in modo più efficace a livello mentale ed energetico, così che l’ipersensibilità possa tornare a essere quello che realmente è: un’incomparabile risorsa interiore.

Io questo ve lo consiglio,

Buona lettura

Alessandra