Oggi parliamo di… Fumetti

topolinoEstate, sole, qualche ora in più per noi…

cosa leggere? Magari non abbiamo molta voglia di leggere un libro, per una volta abbiamo voglia lascarci andare a qualche lettura più semplice, magari diversa…

braccio di ferroCerto, libri ce ne sono di tutti i tipi, anche quelli… come li chiamo io.. gli “spegni cervello”  ma questa volta vorremmo qualche cosa di diverso..

Avete mai pensato al fumetto?

E’ divertente, colorato, simpatico e si legge in pochissimo tempo.

giorgieCe ne sono di tutti i tipi, ci sono negozi  specializzati, le edicole sono piene. Fumetti di ogni genere e per ogni età..

pimpaUna buona alternativa anche per i più piccoli…

Fateci sapere cosa ne pensate…

a noi piacciono un sacco..

Buona lettura

Alessandra

Leap second… spiegato ai bimbi…

leapLo chiamano leap second, secondo intercalare, ed è una sorta di aggiustamento temporale che gli scienziati applicano agli orologi atomici di tutto il mondo per uniformarli al rallentamento della rotazione terrestre. Quel secondo che per noi ha un valore pressoché nullo ha già rappresentato un problema per internet e potrebbe esserlo ancora.

Più o meno ogni 18 mesi, a partire dal 1972, il leap second viene aggiunto agli orologi per compensare la perdita dovuta alla più lenta ciclicità della Terra, assicurando che le lancette atomiche siano perfettamente sincronizzate con il pianeta. L’ultimo è avvenuto nel 2012 mentre al prossimo mancano poche ore visto che è fissato a cavallo tra il 30 giugno e il 1 luglio 2015.

leap 2Ora Marco… lo spiega ai bimbi, con parole molto più semplici, si sa, gli orologi, il tempo sono argomenti che affascinano i più piccoli… provate a leggerla con loro.

C’era una volta un pianeta tutto blu e verde abitato da tantissime persone questo pianeta di nome Terra, girava attorno al Sole…. ed era così contento di girare attorno al Sole che girava veloce su se stesso…. Questo girare allegro su se stesso faceva si che il sole sorgesse sempre alla stessa ora e tranontasse alla stessa ora, tutti i giorni. Così gli abitanti della terra divisero il giorno in 24 spicchi che chiamarono ore. E stabilirono che la terra girava su se stessa in 24 ore…. con il passare del tempo però capirono che qualcosa nei loro conti non funzionava…. il sole sorgeva e tramontava sempre prima e questo leap trecreava problemi con le abitudini degli abitanti del pianeta terra….. Così un giorno vennero convocati gli esperti del tempo per capire cosa succedeva e come porre rimedio…. mumble mumble, pensa e ripensa, gli esperti del tempo capirono che in realtà la terra girava su stessa non esattamente in 24 ore ma un tantinello più lenta, così decisero che ogni tanto, per compensare questa differenza, avrebbero inserito un secondo in più durante la giornata. Questo secondo venne chiamato Leap Second

Marco

Tutti i segreti di word per chi scrive Luca di Gialleonardo

segreti di wordLui Luca Di Gialleonardo ,  uno degli autori che seguiamo e che ci seguono. Prestissimo parleremo dei suoi libri. Oggi vi proponiamo questa guida.

L’abbiamo trovata un’idea davvero pratica, che ci toglie…”quei sassolini dalle scarpe” proprio quando siamo lì davanti al nostro monitor e alla nostra tastiera, sul più bello del nostro scritto e… arriva quella funzione che non ci ricordiamo o ci arriva quell’idea che vorremmo sviluppare  e magari perdiamo tempo a capire se e come si fa..

lucaEcco, Luca Di Gialleonardo vuole risolvere questi piccoli problemini.. essendo lui stesso un autore.

La prima guida completa di Microsoft Word dedicata a chi vuole scrivere un romanzo!

La scrittura di un’opera narrativa, sia essa un romanzo o un racconto, richiede una mole di lavoro non sempre facile da affrontare. La ricerca dell’idea, la limatura del proprio stile, per non parlare delle insidie nascoste tra le pagine, come buchi o incongruenze nella trama. E vogliamo parlare delle difficoltà di creare personaggi credibili, forti, appassionanti? Ma esiste un altro elemento che uno scrittore si trova a dover domare: il computer. È indubbio che uno scrittore debba preoccuparsi più di quello che scrive che di controllare un software ribelle. Il rischio, però, è di usare il computer come una macchina da scrivere, presentare un testo difficile da leggere o di veder impazzire il nostro testo dopo la pressione incauta di un tasto. Inoltre, conoscere al meglio questo strumento così poco poetico, potrebbe liberare lo scrittore da tante preoccupazioni, consentendogli di dedicare tutta la propria attenzione a ciò che veramente conta: la sua ispirazione artistica. In particolare, questo manuale vi spiega nel dettaglio Microsoft Word, il word processor più comune, quello maggiormente utilizzato sia in ambito lavorativo, sia dalla quasi totalità degli scrittori, per aiutarvi a dare forma alle vostre storie.

segreti di wordpotete trovarlo:

http://www.amazon.it/

Alessandra

Le storie dell’opera

la cenerentolaVallardi industrie grafiche ci presenta questa figarocollana.

LE STORIE DELL’OPERA

Quando qualche tempo fa ci hanno presentato questi libri Veronica ed io sembravamo due bimbe a cui avevano regalato la più grossa delle caramelle. Eravamo entusiaste, da subito. Non abbiamo fatto nulla per nascondere questo, già pensavano ad essere nelle nostre classi, con tutti i nostri piccoli bimbi a giocare con loro all’OPERA!  Ma ve lo immaginate? Noi si, tantissimo.

Un progetto, ci spiegano che è formato da tre punti: 

IL LIBRO: figaro  Illustrato, colorato con la storia di Figaro. 17 scene in cui si racconta questa storia ed i bambini possono seguire la storia con la voce di un adulto, possono leggerla da soli e possono seguire la meravigliosa illustrazione di Giacomo Bertolino.

IL SITOwww.lestoriedallopera.it: in questo sito si trovano tutte le opere di questa collana, si trovano le musiche, si trovano le pagine. I bambini possono giocare, cantare ed imparare. Ritmo, intonazione, lessico… tutto divertendosi con tanto colore, musica e un po’ della storia che l’Opera ha scritto.

IL QUADERNO MUSICALE.quaderno musicaleQuesto quaderno è stato concepito per gli insegnanti, per gli educatori che vogliono adottare questi libri e giocare e lavorare con le classi. Ottimo per delle recite, per avvicinarli al teatro. Corredato  di cd… ma a casa non serve, tutto quello che compare in questo quaderno, i genitori e i bimbi lo ritrovano nel sito. Il quaderno è a cura di Maria Silvana Pavan.

Qualche volta i libri hanno anche una nota negativa, in questo caso non ne abbiamo trovate, seppur ci siamo ben impegnate, lo abbiamo letto e riletto, abbiamo ascoltato le canzoni nel sito, abbiamo giocato con libro e sito… tutto è equilibrato, divertente ed a misura di bambino ed adulto! 

Presto parleremo di un libro appena uscito, della stessa collana, la Cenerentola, speriamo presto di poter fare due chiacchiere anche con le autrici di questo libro…Fiorella Colombo e Laura di Biase.

Dove possiamo trovare questi libri?

Nelle migliori librerie…

http://www.vallardi.com

http://www.amazon.it

http://www.ibs.it

Buon divertimento e buona lettura

Alessandra

Tom Bilotta

TOM BILOTTA 

Tom  Bilotta,

ne abbiamo parlato qualche mese fa, un autore diverso dal solito. Un giornalista, uno scrittore. Un cuccirculum alle sue spalle nettamente pieno e con ogni probabilità in aumento.

Aveva i bagagli in mano quando abbiamo fatto quattro chiacchiere con lui la prima volta, gli Stati Uniti lo attendevano come ospite, oggi lo ritroviamo, con un nuovo bagaglio di esperienza, e due grandi novità. Il suo nuovo  libro Anatole   e  un nuovo sistema brevettato di leggere.. movie book.

Io non aggiungo altro, lascio le prossime righe a Luca.

Ciao Tom, prima di tutto bentrovato.  Ti abbiamo conosciuto pochi giorni prima della tua partenza per gli Stati Uniti… un appuntamento davvero importante per te, vuoi parlarcene?

“Ciao a tutti voi! Ecco, il mio viaggio verso l’America è stato un percorso caratterizzato da una sorta d’illusione temporale. All’andata non arrivavo mai. Seduto sull’aereo che mi avrebbe portato a New York pensavo e ripensavo alla mia idea, alla sua concreta realizzazione, alla portata che questa intuizione avrebbe determinato nella mia vita e perché no, nell’orizzonte editoriale in senso globale. Emozioni, aspettative, progetti e dubbi correvano, più veloci di quel volo. Sotto il cielo di New York i pensieri sono diventati improvvisamente nitidi. Lo staff americano che ha collaborato all’implementazione della mia app ha lavorato con passione al progetto, condividendo il mio stesso entusiasmo, l’attenzione della stampa americana, la curiosità degli editori internazionali: sono state tante le variabili che hanno contribuito a rendermi consapevole della potenza della mia idea. E così, ripercorrere la strada verso casa è stata questione di poco. Sono state le aspettative a modificare la percezione del mio tempo”.

ANATOLE

Facciamo un passo indietro Tom,   spiegaci nel dettaglio di quale idea sei portavoce.

“Il 30 giugno 2015 è il giorno in cui uscirà il primo libro al mondo che può essere letto in versione movie book, un nuovo e innovativo sistema di lettura, che ho brevettato e che trasforma i normali file e-book in un’esperienza bidimensionale composta da suoni, musica e parole. Grazie a un’applicazione gratuita, che si chiama eMooks, effetti sonori e sound track, saranno abbinati in modo automatico alle parole e integrati nei file e-book. Questo sarà il primo libro a essere letto con l’accompagnamento della colonna sonora composta ad hoc dal jazzista Alex Fabiani. Un grande maestro, diventato oggi anche un grande amico.”.

 

Sembra fantascienza. Raccontaci come è nata questa intuizione…

“Si può dire che tutto è iniziato quando sono incappato nella citazione del critico canadese Northrop Frye, che definì il libro la macchina tecnologicamente più efficiente al mondo. Partendo da questa riflessione si è innescato il processo creativo. Si è accesa la lampadina che mi ha portato alla progettazione e successiva implementazione della tecnologia movie book. Un lavoro sinergico, che parla metà americano, metà italiano. Un progetto informatico newyorkese realizzato in collaborazione con la StartApps, società bergamasca d’eccellenza nel settore informatico e degli applicativi IOS, sviluppato dal brand publishing internazionale WH books, che pubblicherà il 30 giugno 2015 il primo movie book al mondo e il mio secondo libro: “Anatole”, un thriller jazz ambientato nell’America anni ’30 e ‘60, musicato ad hoc, capitolo dopo capitolo, pagina dopo pagina, dal pianista Fabiani”.

Quando hai pensato che la tua idea sarebbe potuta arrivare lontano?

“Beh, fondamentale è stato il sostegno della Corporate americana. Poi sono stato selezionato dallo staff del Tedx come portavoce di una rivoluzionaria tecnologia. Infine alcuni fondi di investimento si stanno proponendo per sostenere concretamente il mio modello di business. Non resta che aspettare il 30 giugno, per il lancio di Anatole in contemporanea in tutto il Pianeta e vedere che succede”.

Parliamo di Anatole. Qualche anticipazione?

“Il bianco e il nero della vita di Geremia, protagonista della vicenda, si fondono nel cuore della storia americana attanagliata dal razzismo e dal proibizionismo. E’ in questo clima, ovvero l’America nella sua quintessenza, che si sviluppa l’avventura di questo giovane uomo inseguito dai propri demoni. E tutto questo avverrà a suon di musica jazz, poiché il protagonista avrà modo di conoscere e apprezzare i migliori musicisti del periodo, da Scott Joplin a Miles Davis, passando per Luis Amstrong che avrà un ruolo attivo nella trama del romanzo. Non posso rivelare altro, altrimenti spoileriamo tutta la storia!”.

TOM BILOTTA 2Ultima domanda: Il tuo modo di scrivere si avvicina moltissimo a quello anglosassone, credi che sia stato questo dettaglio a contribuire alla tua fortuna?

“il background di giornalista è stato fondamentale per dare un’identità al mio stile di scrittura. Un po’ di fortuna, nel mio cammino non è mancata. E poi, ho liberato la creatività ed è arrivata all’improvviso questa visionaria idea. Ho pensato tante volte che, se i ragazzi non leggono più un motivo ci doveva pur essere e da li sono partito scandagliando il sistema. Spesso i giovani rivelano che non hanno tempo per la lettura, ma considerando il tempo speso davanti ai devices moderni forse non è così. Forse, nell’epoca 2.0 era solo necessario dare un po’ di brio alla letteratura. Chissà se ci sono riuscito…”.

Lo scopriremo solo, leggendo. Luca ti ringraziamo molto per essere stato con noi. Un ultimo saluto per i nostri lettori…

“Grazie a voi tutti per il sostegno, il supporto e l’affetto che mi dimostrate quotidianamente, anche attraverso i miei social. E speriamo, ragazzi, che alla fine di tutto il viaggio, la nostra destinazione finale sia davvero quella dei libri”.

Che altro aggiungere?

E’ sempre un piacere leggere notizie di questo Autore. Seguiteci, presto ci sarà su queste pagine una sorpresa che vi piacerà tantissimo.

Buona lettura…

Alessandra

La piuma

faletti piumaFaccio un giro in libreria l’altro giorno, direte voi.. che novità per te… invece no, ero di corsa, con la mia bimba che voleva vedere solo i suoi libri.. e non potevo certo dirle di no..

Così ho fatto una velocissima carrellata tra le nuove uscite e mi sono messa a guardare la gente quale libro prendesse…

La Piuma di Faletti era nello scaffale.. ci guardava, in realtà faceva da padrone, forse per la copertina chiara o forse perchè il nome e la foto risaltavano più degli altri, ad ogni modo ero tentata di comprarlo ma non ce l’ho fatta… è come se avessi avuto un momento di pudore verso questo autore.

Non fraintendetemi, non vedo l’ora di leggerlo, ma qualche cosa mi frena, ora vorrei sentire il vostro parere, lo avete letto? che ne pensate? Vi piace? E’ sempre il suo stile?

Aspetto le vostre risposte….

Alessandra

Tu chiamale, se vuoi, emozioni uomini e sfide in 40 anni di sport

tu chiamale se vuoi emozioniAlza la coppa Dino.” Chi non ricorda il momento in cui, in Spagna, nell’estate del 1982, l’Italia si sedette sul trono del mondo?. “Alzala perché il mondo la veda”. Ognuno di noi potrebbe raccontare dov’era in quel momento, che cosa stava facendo, in compagnia di chi si trovava. Perché lo sport è proprio questo: una catena di emozioni che segnano la vita e fissano tutti quegli istanti che non possiamo più dimenticare. Tanti sono stati gli eventi che hanno segnato il nostro dopoguerra, ma pochi commossero con tanta intensità il Paese come l’incidente che nel 1949 sulla collina di Superga cancellò un’intera squadra di calcio, una squadra che sembrava invincibile, e che da quel momento tutti ricorderanno come “il Grande Torino”; tante sono state le sfide, gli scontri e le rivalità che riempirono la vita dell’Italia negli anni in cui la giovane repubblica stava diventando a poco a poco una grande nazione occidentale, ma nessuna appassionò noi italiani come quella tra Coppi e Bartali. Immagini che si sono fissate nella nostra memoria senza che nulla possa più cancellarle: la straordinaria Inter guidata da Helenio Herrera; le prodezze in bianconero di campioni unici come Cesarini, Parola, Sivori, Bottega e Platini; l’incontenibile felicità degli uomini che nel 1982 cambiarono la storia del nostro calcio: Bearzot, Rossi, Zoff, Tardelli, Conti, Cabrini, Antognoni e tutti gli altri. La vittoria azzurra nei campionati europei del 1968 con Riva e Inastasi, il primo successo sull’Inghilterra. L’epopea milanista di Rocco, Rivera, Altarini e Nordahl. Trionfi e cadute di Mennea, Thoeni, Loi, Benvenuti, Mazzinghi, Lauda, Gimondi, Panata, Alì, Ribot. Scudetti scolpiti nella storia di alcune città: quello del Cagliari nel 1970, della Lazio nel 1974, del Torino nel 1976, della Roma nel 1983 e la grande festa del Napoli nel 1987. Personaggi da leggenda come Piola ed eventi drammatici come il derby dopo la morte di Meroni o la barbarie dell’Heysel. Giorgio Tosatti da oltre cinquant’anni vive lo sport tra i suoi protagonisti. Ne ha conosciuto gli eroi, è stato testimone di ogni piccolo e grande evento che ne abbia segnato il corso, ha raccolto le testimonianze dei vincitori e dei vinti, ha assistito all’ascesa e spesso anche al declino di campioni che hanno vissuto come dèi e ha saputo insegnarci a riconoscere sempre l’uomo, le sue debolezze e le sue virtù, dietro gli effimeri splendori della gloria sportiva.

Lui è Giorgio Tosatti: giornalista e commentatore sportivo, spentosi nel 2007.

Un amico appassionato di sport mi propone questo, me lo fa vedere e mi dice: Leggilo!  Scettica, immaginavo un libro solo sul calcio… ma l’ho letto… almeno per curiosità e mi sono ricreduta. Un libro piacevole, dove il filo conduttore è il calcio e tutto lo sport ma da questo si innescano una serie di sentimenti, forza e ambientazioni che l’autore è riuscito a descrivere bene senza mai annoiare. Un libro con delle foto, in bianco e nero verso metà del volume..

Piacevole la sintassi, forse un po’ noiosa l’impaginazione, carina la copertina.

Da leggere…

Buona lettura

Alessandra

Gioca con l’arte

gioca arte animaliEccoci, l’asilo sta per finire, la scuola è finita… e chi non va ai centri estivi, chi non va al mare con nonni, zii, ecc, ecc… deve fare i conti con una domanda…

COSA FACCIAMO FARE AI BIMBI? E SE SONO ANCHE DI ETA’ DIVERSE POI… MICA FACILE GESTIRE LA LORO VOGLIA DI FARE..

Quello che vi sto per presentare è una soluzione giocosa, divertente e davvero interessante.

Una collana di libri  

GIOCA CON L’ARTE

Con questi libri  si possono riproporre opere di grandi artisti con animali, luoghi e persone.

Ogni opera occupa due pagine e c’è una linguetta con tutte le spiegazioni per come fare.

Ci si ritrova davanti ad un libro colorato, divertente, utile e creativo.

Ogni opera riporta il titolo dell’Opera,  l’autore ed il periodo in cui è vissuto.

Un quadratino colorato descrive la vita dell’autore.

gioca arte persone

Un libro che a guardarlo viene in mente la parola… laboratorio…e lo possiamo far fare in casa o in giardino, o al parco… portandoci dei colori e dei fogli di carta.

I bambini si divertiranno tantissimo, sperimenteranno nuove tecniche, nuove forme di espressioni e lasceranno che le emozioni prendano posto nel foglio.

 

 

 

 

 

gioca arte luoghi

Con questi libri una giornata di pioggia al mare non spaventano nè grandi nè piccoli, perchè si divertiranno tantissimo.

Assolutamente da non perdere.

La casa editrice che li propone è la Vallardi industrie grafiche srl, sempre molto attenta a proporre ai bambini dei

libri dove possano imparare giocando.  

Se stessimo giocando a battaglia navale avrei senz’altro detto: obbiettivo : colpito ed affondato!

dove possiamo trovare questi libri?

Nelle migliori librerie…  oppure

http://www.vallardi.com

http://www.amazon.it

http://www.ibs.it

Il profumo del sud. Linda Bertasi

linda il profumoEccola , anzi, Eccoli, sono tornati.

Linda Bertasi e il suo primo grande Amore. Nuova copertina per questo libro che rimane sempre fresco ed attuale.

Ogni volta che ne parliamo sembra sempre la prima uscita.. eppure di strada questo libro e la sua autrice Linda Bertasi ne hanno fatta e ne stanno facendo.

Non aggiungerei altro.. se non la sua sinossi e il link dove poterlo trovare

DOVE TROVARLO: http://www.amazon.it/…/B00Z…/ref=sr_1_6/280-4617613-5049727…

SINOSSI: Porto di Genova 1858 – Venuta a conoscenza del suo scomodo passato, Anita Dalmasso decide di partire per il Nuovo Mondo. La traversata dell’Atlantico segnerà profondi mutamenti nella sua vita: l’incontro con l’affascinante uomo d’affari americano Justin Henderson e quello con Margherita Castaldo, liberale e impavida proprietaria terriera. Giunta a New York seguirà la nuova amica nella sua piantagione a Montgomery e qui sarà conquistata dalle bianche distese di cotone, dai profumi e dai colori del profondo Sud americano, con i suoi contrasti e le sue ingiustizie. Il destino avrà in serbo per lei non solo il rosso della passione, ma anche i travolgenti venti di guerra che si profilano all’orizzonte e che porteranno un’intera nazione alla guerra civile, sconvolgendo ancora una volta il corso della sua esistenza.