Open

Open«Odio il tennis, lo odio con tutto il cuore, eppure continuo a giocare, continuo a palleggiare tutta la mattina, tutto il pomeriggio, perché non ho scelta. Per quanto voglia fermarmi non ci riesco. Continuo a implorarmi di smettere e continuo a giocare, e questo divario, questo conflitto, tra ciò che voglio e ciò che effettivamente faccio mi appare l’essenza della mia vita…».
Andre Agassi

Uno dei piú grandi campioni di tennis di tutti i tempi si racconta senza pudore in un memoir che ha fatto scalpore nel mondo, non solo in quello del tennis.

La trama è avvincente, il libro è ben scritto, alcuni passaggi (soprattutto quelli riferiti alla descrizione dei match) sono veramente interessanti.

La vita di Agassi scritta come l’avrebbe scritta Andre. Eppure (limite mio) non riesco ad entrare totalmente in empatia con il protagonista….

forse perché simpatizzavo per Sampras?

Merita comunque una lettura.

Emi