La minestra di cioccolata

20111014153725la minestra di cioccolata 001 (2)

Questo libero è pieno di leccornie, otto racconti, o storie, che parlano di cibo e di gran mangioni… Cino il bimbo che mangiava solo il miglio ma usava tutti i tipi di dolci solo per dipingere, fino a quando non si decide ad assaggiare i suoi colori… Il rinoceronte goloso di songino…. L’orso mangione di hamburger con lattuga, maionese, salsa rubra, bacon, senape e salsa tartara…. poi c’è il biondo e grasso Crispino fattorino corri corri che svolge commissioni per chiunque ne ha bisogno, poverissimo e golosissimo che nonostante tutto divide ogni giorno il poco che ha con il suo micio. Crispino correndo avanti indietro tutto il giorno arriva a casa una sera morto di fame e cade in sonno profondo sognando un pranzo luculliano con ogni ben di Dio il cui piatto forte è una minestra di cioccolata che il cameriere gli porta via sghignazzando. Il suo cuore batte all’impazzata per la disperazione … ma non è il suo cuore è Fernandino che lo sveglia a calci: gli ha riportato tutta la roba comperata per conto della sua mamma perché le cose sono già morsicate gli fanno schifo e non le può mangiare; ma a Crispino non fanno per niente schifo….

Un bellissimo libro per piccini e non solo, ogni racconto ha la sua morale, scritto nel linguaggio dei bambini a volte un poco sgrammaticato ma che rende bene l’idea… comunica una grande passione per ogni cibo, per la tavola e per il valore che hanno il cibo, come lo si consuma e in compagnia di chi. Si può leggere sia prima di dormire … che prima di mangiare.

Pinin Carpi (Milano 1920-2004) scrittore, illustratore e poeta, figlio del pittore Aldo Carpi, ha scritto ed illustrato i suoi libri per bambini con i suoi acquarelli. Si descrisse da solo con queste parole “Sono sempre vissuto vicino ai bambini, in mezzo a loro e per i miei figli ho inventato favole, filastrocche e canzoncine, sorprese per migliaia di sere. Quasi tutti i miei libri, pubblicati o no, li ho vissuti insieme ai bambini e sono stati formulati in ogni minima emozione con il loro aiuto.”.

Buona lettura

Lucy